05 maggio 2007

La Sòla 24 Ore

Nell'inserto Nova di giovedì scorso all'interno de Il Sole 24 Ore, noto giornale economico-finanziario della Confindustria, c'era un bell'articolo del mio amico Luca Conti sul tema "Inchiostro elettronico alternativa alla carta".

Luca parlava del nuovo lettore di e-book con tecnologia E-Ink (inchiostro elettronico) prodotto dalla Philips appena immesso sul mercato italiano col nome di iLiad.

Nell'articolo c'era anche pubblicata in bella mostra una mia foto fatta al distributore italiano del suddetto iLiad, Antonio Tombolini, che ce lo aveva mostrato in anteprima qualche mese addietro.


Dove sta il problema? Dovrei essere contento che una mia fotografia venga pubblicata su un giornale così prestigioso!

Il problema è che la foto in questione era protetta da copyright tramite la Creative Commons, una licenza che permette a tutti di usare le mie foto gratuitamente, anche a scopo di lucro, potendole modificare a piacimento, salvo DOVER CITARE LA FONTE.

Non mi sembra una richiesta esosa, essendo io un fotografo non-professionista non pretendo che le mie foto vengano pagate e quella usata sul Sole non è certamente una foto da premio Pulitzer, ma io PRETENDO che chi usa le mie foto ci metta il mio nome accanto!

Quello che mi fa imbufalire è che la foto ha una tutela legale e questi se ne infischiano tranquillamente di rispettare la legge pensando che tutto gli sia permesso, ma in realtà non è così.

Intanto gli ho inviato una mail per far presente il problema:

Vi invio la presente per informarVI che in un recente numero del vostro inserto Nova, nell'articolo "Inchiostro elettronico alternativa alla carta" appare una mia foto coperta da copyright.
Siccome la licenza Creative Commons, che ho scelto per le mie fotografie su Flickr, prevede che la foto possa essere pubblicata solo citando l'autore, vi segnalo che il Vostro comportamento è abbastanza scorretto.
Citare la fonte non mi sembra un grosso costo od un grande impegno, ma nonostante ciò, non riuscite a rispettare delle semplici regole con un atteggiamento abbastanza arrogante.
Cordiali Saluti
Francesco Gasparetti

Ora attendo una risposta e sto valutando l'opportunità di adire alle vie legali per tutelare i miei interessi.

Cosa voglio ottenere? Certamente non soldi, ma pretendo che questi signori inizino a rispettare le più elementari leggi, soprattutto quando ciò richiede uno sforzo minimo (come mettere una riga di testo sotto una foto).

Basta con le Sòle 24 Ore!

1 commento:

Andrea ha detto...

Gaspa, sono completamente d'accordo con ciò che dici.
L'unico atteggiamento serio è quello di andare fino in fondo, per far valere un diritto. E anche per creare un precedente che serva ad esempio nel panorama editoriale on-line.
Quindi faresti bene a procedere per le vie legali.