19 maggio 2010

La Piscina mattutina come Metafora della Vita.

  • Entri in acqua e le prime 15 vasche ti servono per capire cosa fai, dove sei e chi c'è vicino a te.
  • Poi noti una bella ragazza e cominci a seguirla, ma non puoi toccarla perché nuota in una vasca parallela alla tua, vicina ma irraggiungibile.
  • Dopo 25 vasche ti senti un dio e cominci a sprintare a tutta velocità.
  • Noti però che per quanta gente tu possa superare, c'è sempre qualcuno che va più forte di te e comprendi malinconicamente che non vincerai mai le Olimpiadi.
  • Ci sono quelli che corrono come ossessi, ma si stancano presto e quelli che vanno piano piano, ma non si fermano mai.
  • Ci sono quelli che usano sempre la stessa marcia e quelli che cambiano stile ad ogni tornata.
  • Ci sono momenti in cui hai la corsia libera e puoi esprimerti al massimo ed altri in cui sei costretto a fermarti, poiché qualcuno ti ostacola il cammino.
  • Ci sono quelli che dopo 30 vasche devono già ricorrere ad espedienti o ad aiuti, mentre tu sei ancora al top.
  • A 40 però inizi a pensare: "cazzo, già 40!" e ti intristisci.
  • A 50 hai la crisi di mezza via e rallenti.
  • A 60 senti tutti gli acciacchi e pensi di ritirarti.
  • A 70 ti sei rotto le palle di questo monotono su e giù.
  • A 80 ringrazi Dio per essere ancora vivo.
  • A 100 capisci di avere dato tutto e di poter finalmente abbandonare la scena. Esausto ma felice.
P.S. mi ero dimenticato una cosa: spesso l'uomo, o il nuotatore, è colpito da eventi sconvolgenti che travalicano le sue possibilità di reazione come carestie, inondazioni, terremoti, eruzioni, tsunami, ma soprattutto l'ACQUA GYM!

5 commenti:

Serola ha detto...

ahahah, bellissima e azzeccata, bravo Gaspa

però mica ci sono i piraña fra te e la ragazza della corsia accanto ;)

ora aspettiamo il commento tecnico del Bec riguardo ai 40/50/60...100!
(e 200, 400... )

LorenzoMan ha detto...

Mi sovviene un solo commento: cazzo, Gaspa! 100 vasche! Io manco a piedi quando svuotano la piscina...

Gaspa ha detto...

Già, 100 vasche almeno 4 volte a settimana.
E nonostante questo ho rimesso su una panza da ippopotamo.

daniela ha detto...

caro amico, quella piscina mattutina cosi ben descritta mi ha fatto riflettere...sono i pensieri e gli stati d'animo che attraversano molto spesso anche la mia mente.. ora c'è chi dice che della vita quello che conta,che fa stare bene, è il viaggio, il viaggiare, non il raggingimento della meta.. e vivendo ho capito che è così! quindi ti auguro un buon proseguimento!
Mi sono fatta una bella risata con il tuo Ps. sull'Acqua Gym. grazie! Ciao

Mario ha detto...

domani vado a nuotare....
poi ti dico