06 aprile 2007

Telecom: W gli americani!


Ogni volta che una grande azienda italiana sta per finire in mani estere, tutti alzano gli scudi invocando il valore dell'italianità.

Su Telecom hanno già versato lacrime amare il governo, l'opposizione, la confindustria ed anche i sindacati, uniti in un pianto bipartisan.

Ma cosa significa italianità nel caso Telecom (ma vale anche per banche, assicurazioni, autostrade e tutto il resto):
  • Significa una azienda gestita in maniera monopolista che fa utili spropositati che vengono tutti consegnati agli azionisti senza reinvestire nulla.
  • Significa offrire servizi scadenti ai prezzi più alti d'Europa (il caso dell'Adsl è emblematico).
  • Significa trattare gli utenti come schiavi dato che è praticamente impossibile affrancarsi da Telecom se si vuole avere in casa una linea telefonica.
  • Significa essere intercettati più o meno fraudolentemente da una cricca di manigoldi al soldo di Tronchetti Provera e dei suoi amici

Insomma se questa è l'italianità, W gli americani!

5 commenti:

Andrea ha detto...

Qualcuno compri Telecom, mi sta bene anche un imprenditore di Cipro, basta che non sia italiano...

Andrea ha detto...

Comunicazione di servizio
Ho cambiato indirizzo,mi trovi su http://sunkeneyes.netsons.org

Gaspa ha detto...

Ok, grazie per la segnalazione!

figaro ha detto...

Avete sentito l intervento di Grillo? pare abbia suscitato scalpore!!

Gaspa ha detto...

Si, l'ho sentito.

Mi è sembrato il solito Grillo starnazzante e populista anche se sulla dirigenza Telecom non si può che dargli ragione!